>> La classificazione armonizzata europea delle unità territoriali per le statistiche (Nuts) prevede tre livelli territoriali. Per l’Italia il livello delle Nuts1 comprende le cinque ripartizioni geografiche (Nord-ovest, Nord-est, Centro, Sud e Isole); il livello Nuts2, 21 unità: 19 regioni e le due province autonome di Trento e Bolzano; il livello Nuts3 le 110 province. La dimensione media delle Nuts2 italiane, in termini di superficie, è di poco superiore ai 14 mila km2; mediamente vi risiede nel 2012 una popolazione di poco superiore ai 2,8 milioni di abitanti.

>> Con una densità media di 197,1 abitanti per km2, l’Italia è tra i paesi più densamente popolati dell’Unione: la media Ue27 è di 114,2 abitanti per km2.

>> I territori litoranei coprono una superficie pari al 14,3 per cento del territorio e vi risiede il 28,0 per cento della popolazione. Sulle aree litoranee si osserva una forte concentrazione della popolazione tanto da risultare generalmente più densamente popolate del resto del territorio nazionale. Al 31 dicembre 2012 i comuni litoranei sono 644, l’8,0 per cento del totale dei comuni italiani.

>> Le aree protette comprese nella “Rete Natura 2000” coprono il 19,2 per cento della superficie nazionale, collocando l’Italia al di sopra della media europea (17,9 per cento nel 2013). Il Mezzogiorno è la ripartizione con la maggior quota di territorio occupata da aree protette (21,5 per cento).

>> Nel 2011 ogni mille famiglie sono state concesse 4,4 autorizzazioni per la costruzione di nuove abitazioni, corrispondenti a 351 m2 di superficie utile abitabile in nuovi fabbricati residenziali. L’indicatore continua a mostrare una tendenza alla riduzione anche a livello di ripartizione. Situazioni differenziate si riscontrano tra le regioni, con valori molto al di sotto della media per la Liguria e decisamente più elevati per la provincia autonoma di Bolzano.