Prestazioni e contributi sociali degli enti di previdenza

113/120

Prestazioni per abitante più elevate nelle regioni del Centro-Nord     

UNO SGUARDO D'INSIEME

La spesa per prestazioni sociali erogate in Italia dagli enti di previdenza è pari a 298.991 milioni di euro, il 18,9 per cento del Pil e corrisponde a un importo pro capite di 5.035 euro (anno 2011). Il settore della previdenza rappresenta il 92,8 per cento delle uscite, seguito da quelli dell’assistenza e della sanità. All’opposto, le entrate attraverso i contributi sociali ammontano a 229.002 milioni di euro (3.857 euro per abitante, il 14,5 per cento del Pil) e coprono il 76,6 per cento della spesa.


L'ITALIA E LE SUE REGIONI

Scarica la scheda in PDF
Avvertenze


Confronti regionali


Prestazioni sociali erogate dagli enti di previdenza per regione

Prestazioni e contributi degli enti di previdenza per funzione e regione

Indice di copertura previdenziale per regione


Serie storiche


Indicatori su prestazioni e contributi sociali degli enti di previdenza


Definizioni utilizzate

Le prestazioni sociali rappresentano trasferimenti correnti corrisposti alle famiglie, in denaro o in natura, da parte degli enti previdenziali al fine di coprire gli oneri derivanti da specifici rischi, eventi o bisogni. Rispetto ai singoli settori di intervento, la previdenza presuppone la costituzione di una posizione contributiva antecedente e comprende anche gli interventi finalizzati al mantenimento a breve termine del salario, in caso di malattia o infortunio; l’assistenza, che non presuppone la costituzione di posizione contributiva, è generalmente destinata a sostenere i redditi insufficienti; la sanità, infine, riguarda tutti gli interventi legati allo stato di salute, con l’esclusione del mantenimento a breve termine del salario in caso di malattia o infortunio. I contributi previdenziali, insieme ai trasferimenti che gravano sul bilancio dello Stato, finanziano la spesa sociale. Questi consistono in versamenti che le persone assicurate o i loro datori di lavoro effettuano, direttamente o indirettamente, agli enti previdenziali al fine di acquistare e/o conservare il diritto alle prestazioni sociali. L’indice di copertura previdenziale è calcolato come rapporto percentuale tra i contributi versati e le prestazioni erogate e indica la dimensione relativa di un avanzo/disavanzo di bilancio a seconda che sia maggiore o minore di 100.


Fonti

Istat, Bilanci consuntivi degli enti previdenziali

Pubblicazioni

Istat, I bilanci consuntivi degli enti previdenziali - Anno 2011, Tavole di dati, 9 agosto 2013

Istat, Annuario statistico italiano, 2013

Link utili

Istat/assistenza



Codice da incorporare

Clicca qui per selezionare il codice