Laureati in discipline tecnico-scientifiche

90/120

Cresce il numero di laureati in S&T sia tra gli uomini sia tra le donne     

UNO SGUARDO D'INSIEME

La quota di giovani che ha conseguito un titolo accademico nell’area S&T (Science and Technology) rappresenta una buona approssimazione del flusso annuale di persone altamente qualificate, potenzialmente disponibili a operare nel campo della ricerca e sviluppo. Uno scarso numero di laureati in S&T si traduce per i paesi in una perdita complessiva di competitività internazionale nel campo dell’alta tecnologia, dovuta alla difficoltà delle imprese a reclutare ricercatori e tecnici ad alta qualificazione scientifica. Incentivare i giovani allo studio delle discipline tecnico-scientifiche è stato uno degli obiettivi stabiliti dalla Strategia di Lisbona, che proponeva un incremento del 15 per cento in dieci anni del numero di laureati in queste discipline. In Italia, le quote sono cresciute nell’ultimo decennio, consentendo il raggiungimento dell’obiettivo, grazie anche alla riforma dei cicli accademici. Nel 2011 l’indicatore si attesta su 12,9 laureati in S&T ogni mille residenti 20-29enni.


L'ITALIA NEL CONTESTO EUROPEO

L'ITALIA E LE SUE REGIONI

Scarica la scheda in PDF
Avvertenze


Confronti europei


Laureati in discipline tecnico-scientifiche per sesso nei paesi Ue


Confronti regionali


Laureati in discipline tecnico-scientifiche per sesso e regione

Laureati in discipline tecnico-scientifiche per regione

Laureati in discipline tecnico-scientifiche (3D)


Serie storiche


Laureati in discipline tecnico-scientifiche per sesso e regione


Definizioni utilizzate

L’indicatore è costruito come rapporto tra chi ha conseguito nell’anno solare di riferimento un titolo accademico nelle discipline S&T e la popolazione nella classe di età 20-29 anni, per mille. Al numeratore si considerano: i laureati, i dottori di ricerca, i diplomati ai corsi di specializzazione, di perfezionamento e di master di I e di II livello (livelli 5 e 6 della classificazione internazionale Isced97) nelle aree disciplinari di Scienze naturali, Fisica, Matematica, Statistica, Informatica, Ingegneria dell'informazione, Ingegneria industriale, Architettura e Ingegneria civile. Il dato nazionale utilizzato per il confronto Ue si discosta lievemente da quello presentato per il confronto regionale a causa di intervenuti aggiornamenti forniti dagli atenei sul numero di laureati.


Fonti

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur)

Eurostat, Structural Indicators

Pubblicazioni

Eurostat, Science, technology and innovation in Europe, Pocketbooks, 2013

Link utili

Miur/statistiche

Eurostat/structural indicators



Codice da incorporare

Clicca qui per selezionare il codice